domenica 2 novembre 2008

Scie chimiche e Gnocco Fritto



Avete notato come il duo c(hi)omico abbia la capacità di sviare l'attenzione degli adepti quando la situazione si fa imbarazzante?


Notate lo schema, che si è ripetuto più volte: quando c'è siccità più o meno diffusa si continua a martellare sull'idiozia della igroscopicità delle scie, quando inizia a piovere si cambia pateticamente discorso, non senza aver pubblicato un post di farneticanti attacchi contro tutto e tutti. Da segnalare, in particolare, l'attacco, con linguaggio da br al Prof Veronesi.


Certe malattie non si augurano a nessuno ma, povere menti perdute, mi piacerebbe sapere se nella sfortunata ipotesi in cui vi capitasse, vi curereste con i rimedi della nonna o del Dottor Aprile piuttosto che correre terrorizzati in ospedale.
(ps. non ammetterò sul mio blog attacchi personali di nessun genere su questo argomento. Il delirio di mike è ancora una volta ingiustificabile)

Oggi siamo alla scie chimiche e batteri, siamo passati dai sigaroni volanti, dai cartoni animati, persino dalle piscine...

Io ripeto la domanda: "PIOVE, PERCHE?". Mi piacerebbe che uno dei ricercatori indipendenti, che ha scoperto stamattina la complessa correlazione tra nanobatteri stratosferici e scie chimiche, mi desse una sua interpretazione. Avete martellato per mesi con la storia della siccità indotta adesso dovete dare una risposta.

19 commenti:

Riccardo ha detto...

Semplice: fanno piovere sulle città per non fare arrabbiare la gente, ma sulle campagne invece no, per affamarci tutti.

Non è così?

Ann@ ha detto...

Quoto Riccardo in pieno...
Pare che riescano pure a comandare il vento che sospinge le nubi...
sono fantastici a manovrare i mega ventilatori!
Poveri noi...in che mondo viviamo, pieno di gente con idee malsane!
ho un'amica che ha letto sul sito della nasa del nuovo pianeta...e delle idee cospirazioniste, ora è convinta che accadrà qualcosa nel 2012...perchè il pianeta è stato attratto dal nostro sistema solare!

AIUTOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO

gg ha detto...

Mi domando che fine ha fatto il telemetro e i soldi dei contribuenti.
Probailmente Strakkino sta studiando qualche cosa di nuovo, tipo che gli aerei che aggancia, a 2000 metri, rilasciano scie chimiche invisibili.
Arriverà a dire che sopra la sua pelata volano aerei invisibili che non fanno rumore e che producono scie chimiche invisibili.
Come ha fatto fino ad ora, piega la realtà a quello che crede e vuole fare credere.
Ma perchè fa questo?Non credo che ci faccia su tanta grana!E' forse per raccogliere consensi?Quesi consensi che in altri campi,fino ad ora non ne ha avuti?Dagli studenti come veniva trattato?Sarebbe un ottimo caso di studio ;)

yos ha detto...

Ciao,
non capisco che tipo di correlazione ci possa essere tra scie chimiche e gnocco fritto: il gnocco si mangia tranquillamente in ogni occasione, ma la scia chimica si riesce bere solo come ca$$ata (al limone :P )

El ha detto...

Ragazzi, e' vero! Le scie sono rilasciate a bassisima quota da nuovi tipi di
droni
.

usa-free ha detto...

Azz...la cicogna chimica! Una volta portava i bambini, adesso porta il bariolo! O_o

Claudio Casonato ha detto...

Ma la foto del drone cicogna è un fotomontaggio, o è una botta di fondoschiena fenomenale?

Io propendo per il fotomontaggio, ma visto che ho una foto vera (su pellicola) dove per un riflesso del sole mio fratello ha una splendida aureola, non escludo la botta di....

El ha detto...

Non e' un fotomontaggio, e' proprio la prospettiva abbinata alla botta di c..o ;-)

gnomettosamuele ha detto...

yos ha detto...
Ciao,
non capisco che tipo di correlazione ci possa essere tra scie chimiche e gnocco fritto.

Eh prova a mangiartene un bel po' di gnocchi fritti, magari con un bel ripieno al cavolfiore... e poi vedi come diventi anche tu uno spargitore di scie ;)

BigRedCat ha detto...

Nessuna correlazione. Come del resto sono false tutte le correlazioni di Banfer.

markogts ha detto...

Come prospettiva? Non lo vedete che la scia sta DAVANTI alla cicogna?

:-P

Riccardo ha detto...

Povero straker, è ridotto proprio male... Visto che non sa più cosa pubblicare sulle scie chimiche, adesso pubblica il mio curriculum... (Già, perché io ce l'ho un curriculum. Non ho bisogno di inventarmelo.
Grazie, molto gentile. Se vuoi ti fornisco anche quello completo. E sì, certo, io ho collaborazioni scientifiche con gli amici di oltr'alpe, di oltre oceano e anche coi giapponesi.
E ne vado orgoglioso.
A proposito, non continuare a chiederti perché ti scrivo quei commentini che so benissimo che non pubblicherai. Tanto non ci arrivi.

markogts ha detto...

Ma davvero ci è cascato anche di Pietro?

BigRedCat ha detto...

Già.. guarda il sondaggio e il nuovo post.

brain_use ha detto...

Non bastavano i piccioni spargi-guano come arma cOmica: non oso pensare all'effetto delle cicogne telecomandate... ;-)

Hedges ha detto...

@ Riccardo

Fra poco ti accuserà di fabbricare le "nanomacchine da giardino" di Ann@.

Ma un robottino che gli strizzi i maroni ad ogni banferata che spara, lo potresti studiare no? (Riccardo...facci sognare)

Hedges

PS: invidio profondamente il tuo curriculum

Riccardo ha detto...

@hedges:
non invidiarmi... chi ha il curriculum lungo in genere ha anche avuto moti anni per riempirlo...
Darei volentieri qualche riga di curriculum per qualche anno in meno...

Quanto al robottino, posso fare di meglio: sto giusto interessandomi a un elicotterino autonomo... poca capacità di carico, ma abbastanza per fargli cascare qualche bombetta puzzolente sui gerani del terrazzo... E secondo la legge, non deve neanche portare marche identificative! (e si può tranquillamente dipingere di nero).

Enrico ha detto...

Beh, Riccardo, in pratica sei la Susan Calvin del Comitato Banfer Enemy!

Scherzi e citazioni a parte, leggetevi quanto scrive subito sotto al "curriculum" un utente: "qui in romagna niente polimeri, ma l'altra mattina, verso le 6, dopo (presumibilmente) una notte di irrorazioni, l'aria aveva un fetore incredibile. un fetore mai sentito prima. e vi parla uno che vive in campagna."

Che sarà mai?
Vediamo... che irrorazioni si potrebbero mai fare in campagna?

Per finire, ancora più sotto una vecchia conoscenza che scrive (scusate se cito tutto) "A proposito degli elementi di ricaduta posso confermare che si tratta più di filamenti lunghi che di pseudo-ragnatele. Mi è capitato in un paio di occasioni di sentirle e toccarle col capo in prossimità di un percorso che compio tutti i giorni: un passaggio delimitato dai giardini di due blocchi di villette a schiera la cui larghezza di due metri non fa assolutamente pensare a una ragnatela. MI ricordo che mi ero chiesto: come era possibile che una ragnatela fosse così grande e come poteva rimanere aggrappata tra due recinzioni a distanza di due metri senza nessun appiglio superiore, difatti le ragnatele normali spesso le si vedono in anfratti riparati dal vento e in prossimità di angoli nei quali possono diporre di un appiglio superiore come sul soffitto di una veranda. Non riuscivo a spiegarmi come potesse esserci una ragnatela in quel tratta di strada aperto che percorrevo ogni giorno dal parcheggio dell'auto al portone di casa mia ... poi ho scoperto il fenomeno delle scie chimiche e sono riuscito a ricollegare il tutto."

Mhm... anche qua l'avvenimento è trasecolantevole...

Come potrebbe mai essere possibile trovare una ragnatela in un tratto di strada largo ADDIRITTURA due metri?

Magari l'amico che abita in campagna una spiegazione ce l'ha... o forse no...

Trasecolantevoli saluti, Enrico

Itwings ha detto...

@ Riccardo

NO, Caro mio! Ora gli elicotteri non devono essere neri ma rossi e bianchi, e mi raccomando SENZA la scritta Vigili del Fuoco.

Itwings
Immaginifico Documentiere e Attento Verniciatore del Rifulgente e Multicolore Comitato Banfer Enemy